societa’ cooperativa di vittorio
Sostenibilità, Società, Territorio
 
per informazioni
0363 - 47.866
 
         
  LA GOVERNANCE      
   
 

"Il modello di governace cooperativa è una scelta di responsabilità che ci impone di rendere conto del nostro operato non solo alla nostra proprietà, al nostro corpo socile, ma anche ad altri. La governance è il modo di governare ed è formata, oltre che dal complesso delle norme giuridiche, istituzionali e regolamentari, dalle pratiche organizzative, dalle competenze, dalla comunicazione e dalle convenzioni sociali che caratterizzano l’assetto di una impresa e il suo modo di agire."

Trasparenza

Negli ultimi Bilanci la nota integrativa è stata ulteriormente arricchita di dati e dettagli per meglio rappresentare il complesso intreccio di interessi che riguardano la cooperativa dagli aspetti economici a quelli socialità che caratterizza l’azione della cooperativa.

 
 


Non è stato ancora redatto un Bilancio Sociale, né purtroppo un Bilancio Ambientale, tuttavia essendo il 2007 l’anno in cui entrano in vigore gli accordi di Basilea 2, abbiamo lavorato con gli Istituti di credito con i quali operiamo, per fornire un quadro preciso della nostra impresa al fine di ottenere una buona valutazione e buone condizioni di accesso al credito.

Per chi non conosce bene i principi e l’agire cooperativo, lo spirito mutualistico che lo anima, il rapporto di fiducia espresso dai soci che sottoscrivono il prestito sociale per sostenerne le finalità statutarie, può diventare difficile esprimere una valutazione.
Per questo già da molti anni diamo risalto alla nostra attività pubblicando su quotidiani e settimanali della Provincia il nostro Bilancio e la Relazione del Presidente.

 

 


 


 

 
     
 

Emissioni /Energia

Il protocollo di Kyoto prevede, entro il 2012, una sensibile riduzione delle emissioni in atmosfera. La cooperativa già da alcuni si è mossa sulla linea della sostenibilità, rivolgendo una particolare attenzione alle misure per ridurre il consumo energetico degli edifici e abbattere le emissioni.
Si è provveduto a realizzare un miglior isolamento dell’involucro utilizzando isolanti naturali e aumentando lo spessore dei muri perimetrali. Si è cercato dove possibile gli orientamenti migliori che tenessero conto del microclima e si è favorita la ventilazione naturale dei tetti e degli alloggi.

In tutti gli interventi è stata implementata la quota di verde per la cui irrigazione sono state installate cisterne sotterranee per la raccolta dell’acqua piovana. Nel segno del risparmio di acqua potabile i rubinetti degli alloggi sono dotati di regolatori di flusso e le utenze private sono dotate di contatori individuali per responsabilizzare i soci sul consumo dell’acqua.

Nei prossimi interventi saranno completamenti abbandonati i riscaldamenti autonomi, a favore di piccole centrali termiche a basso consumo e a bassa emissione, e, in applicazione delle recenti disposizioni regionali, già recepite dai Regolamenti edilizi di alcuni Comuni, saranno installati pannelli per il solare termico e pannelli fotovoltaici per i consumi energetici delle parti comuni.

Dove possibile saranno realizzati tetti con coperture a verde e terrazze verdi

 

 
     
  Torna su